Tappeti fatti a mano, con tessuti atossici. Ecco dove trovarli

Molte volte sentiamo la necessità di dare un nuovo aspetto alle stanze della nostra casa. Ma, purtroppo, non è sempre possibile affrontare grandi spese. Per arredare la casa senza dover spender molto, si può rinfrescare la tinta sulle pareti, aggiungere specchi, lampade o quadri per cambiare totalmente il volto di un ambiente. Un’altra soluzione semplice ed economica, è quella di arredare con i tappeti che ci consentono di sentirci subito in una stanza diversa pur avendo intorno gli stessi mobili di sempre.
I tappeti sono un complemento d’arredo che trovano spazio un po’ in tutta la casa, grazie all’estrema versatilità del loro utilizzo. Colori, forme e tessuti infatti li rendono ognuno diverso dall’altro e sono un elemento indispensabile dell’arredamento. Possono essere disposti nei corridoi, contribuendo a definire il percorso creando un effetto ottico che ne allunga la prospettiva. Possono essere utilizzati a scopo protettivo: ad esempio in cucina salvaguardando il pavimento da schizzi d’acqua o per proteggere pavimenti delicati come quelli in parquet. Inoltre sono confortevoli se utilizzati come scendiletto e sarà davvero piacevole alzarsi e appoggiare i piedi su un tessuto soffice.
In soggiorno, giocando ad esempio con le tonalità del divano, si possono creare contrasti molto piacevoli alla vista per creare soluzioni di grande effetto.
Insomma, in una casa i tappeti non dovrebbero mai mancare! Ma quale scegliere?
Senza dubbio, in quanto a materiale, io opto per tappeti realizzati con fibre naturali. Soprattutto se in casa ci sono bambini o animali che ne vengono a contatto.
Per quanto riguarda la fantasia, ci dobbiamo ovviamente basare sui colori già presenti nelle stanze e molto dipende dal pavimento.
Facendo una ricerca su internet, mi sono imbattuta in un sito che vi consiglio di visitare dove troverete dei prodotti unici fatti a mano e personalizzabili, provenienti da Turchia, India, Nepal e Marocco.

Sukhi: Tappeti fatti a mano

Sukhi, in nepalese significa felice, e chiunque acquisti un tappeto da questa azienda lo sarà sicuramente.  Perché si acquista un tappeto fatto a mano, un pezzo unico di altissima qualità e perché si compra direttamente dalla persona che lo ha realizzato.

I tappeti sono fatti a mano da artigiani che lavorano in ottime condizioni di lavoro. Sukhi non ha magazzini, negozi fisici o intermediari. Per questo motivo i prezzi sono bassi e convenienti. Inoltre, cosa fondamentale, i materiali utilizzati sono atossici e anallergici. Ad esempio, i tappeti Sukhi in feltro di lana sono fatti in pura lana 100% di alta qualità della Nuova Zelanda.

Sul sito troverete diverse tipologie di tappeti insieme ai consigli per la pulizia e molte altre informazioni.

Beni Ourain

Per tutti coloro che amano il mondo naturale, questi meravigliosi tappeti sono l’ideale. Sono fatti al 100% con lana di pecora e non sono assolutamente tinti! Si trovano, per questo motivo, nelle tonalità del crema e bianco con disegni geometrici di colore marrone scuro. Sono i più comodi che si possano trovare, ultra soffici e donano un aspetto di calore e lusso alla casa.

Tappeti Patchwork

Realizzati con amore mediante cucitura di pezzi di diversi tappeti, ognuno di questi è un’opera d’arte unica nel suo genere. Fatti a mano da artigiani di talento, esistono quattro diverse collezioni di tappeti patchwork.

1. Tappeti patchwork sovratinto

Si tratta di tappeti tinti due volte, e questo da loro un fascino accattivante. Disponibili in 14 colori, caratterizzati da stampe floreali e geometriche, hanno un tocco moderno esaltando comunque la tradizione degli intramontabili tappeti orientali. Sono, inoltre, molto resistenti in quanto vengono annodati a mano perciò durano a lungo.

2. Tappeti patchwork kilim

Realizzati per metà in pelo di capra e per metà in cotone, hanno un fascino incredibile e un look fantastico. Sono disponibili in 5 colori, e sono facilmente riconoscibili a causa del loro stile unico di annodatura su telai. I Kilim sono l’ideale per gli amanti dei prodotti vintage perché molto antichi: si va dai 35 ai 60 anni di età. Nonostante questo, però, sono molto resistenti grazie ai loro forti supporti in cotone. Ancora una volta, la creatività e l’arte delle artigiane turche danno vita a dei capolavori.

3. Tappeti patchwork caput

I tappeti caput sono tessuti a mano con cura, partendo dai Kilim a tinta unita e utilizzando peli di capra neri. Questa combinazione viene poi intrecciata con lana dando vita ad un tappeto a righe dal look naturale e delicato. La loro semplicità li rende adatti ad una grande varietà di ambienti.

4. Tappeti patchwork di canapa

Disponibili in 3 colori, i tappeti di canapa sono tra i più robusti. Realizzati con canapa naturale 100%, uno dei materiali più durevoli in natura, sono l’ideale per chi ama le soluzioni ecologiche. Queste canape tessute a mano hanno tra i 35 e i 60 anni e questo fa aumentare il loro fascino e il loro calore.

Tappeti di palline

Realizzati con lana 100% nuova e pura, importata direttamente dalla Nuova Zelanda, sono tra i miei preferiti. Contengono migliaia di palline di feltro fatte a mano.

Sono disponibili in tantissimi colori e in forme rotonde e rettangolari. Questi capolavori piacciono molto anche ai bambini e, grazie all’utilizzo di materiali atossici, sono una ragione in più per scegliere un tappeto Sukhi.

Date un’occhiata al sito, sono sicura che troverete il tappeto che più si adatterà alle vostre esigenze.

 

 

 

A presto,

la vostra Giulia